La domanda di Stefania, ovvero i giovani bravi, i giornali e la polenta concia

Lo straccio

Quest’anno avevo deciso di non scrivere il mio tradizionale racconto del Premio Subito (che in passato avete conosciuto come Spotorno Subito) e che si è svolto due settimane fa nella cornice montana di Gressoney. Il motivo per cui avevo scelto il silenzio è molto semplice: sono geloso. Sì, geloso: di quel garbuglio gordiano di pubblico e privato, delle chiacchiere che completano gli interventi sul palco, magari a tavola, magari davanti a un bicchiere o passeggiando, degli amici vecchi e di quelli nuovi. Geloso persino di quella domanda “e tu cosa fai?” a cui rispondo ogni anno con perifrasi sempre più ricercate. Volevo tenerlo per me il Premio, farvi vedere due foto e punto. Pensavo: “volete sapere com’è? Veniteci”.

Tornavo dal Premio, ogni anno, con qualche risposta e molte domande. Sul senso, il valore e le possibilità del comunicare, del raccontare le storie e il mondo. Sui modi, quelli vecchi e…

View original post 2.008 altre parole

Annunci

Sopraffatti dall’incredulità

È successo tutto troppo in fretta. Ho faticato a spiegare a chi non fosse di Benevento, come mai avessi avuto l’impressione – e non sono l’unico – che la festa per la promozione di quest’anno fosse stata meno delirante e quasi più composta di quella per la conquista della serie B.
Read More

Benevento in serie A: la notizia sui siti internazionali

Il Benevento fa notizia, e non solo in Italia. Mentre ancora si festeggia, diverse testate internazionali e siti sportivi hanno dedicato spazio all’impresa della squadra giallorossa. Quando ho visto che stava girando parecchio un articolo del britannico Mirror, ho fatto una piccola ricerca su Google per vedere se è stata ripresa anche altrove. Ecco un mini giro del mondo “stregato”. Read More

Cuba dopo Fidel

Agosto 2015. Esco dal terminal dell’aeroporto “Josè Martì” de L’Avana e salgo sul pulman che per i successivi diciotto giorni mi porterà da un capo all’altro e ritorno di Cuba. La guida del nostro tour esordisce subito mettendo le cose in chiaro: “Non illudetevi di poter comprendere Cuba e i cubani in due settimane”. Verissimo. Read More